Tag

La pargola, a cui stavo spiegando – a grandi linee, per la sua ricerca – Hobbes (filosofo britannico dei Seicento, che ha scritto un trattato politico nominato Il Leviatano), mi interrompe proprio sul più bello:

“Quindi, pargola, il Leviatano è un gigantesco mostro acquatico di tradizione biblica, che era molto vorace…”

“La prof. ha detto che è stato associato alla balena.”

“Sì, esatto. Questa è un’associazione possibile, in quanto, come ben sai, la balena è un cetaceo di grandi dimensioni…”

“Sì, ma perché gli ebrei erano convinti che volasse?”

A questo punto, la fervida immaginazione di una mente stregonesca e per di più sfiancata da un periodo per niente facile dipinge il quadro curioso di un Moby Dick dotato di soffici ali angeliche, che fluttua sopra gli oceani con ancora il corpo di Achab legato sulla schiena.

“Ehm… che cosa intendi, pargola?”

“Ma sì, Leviatano, da ‘levitare’. Sei tu che mi hai detto che vuol dire galleggiare nell’aria.”

 

Gliel’ho detto io.
Numi, cos’ho fatto di male?!

Annunci