Tag

Trovandomi in necessità di dover rinnovare la mia licenza di pilotaggio della scopa, qualche settimana fa ho preso appuntamento per la visita medica prevista per il rilascio del permesso di volo. Per tale visita – volta senza dubbio a un approfondito esame della mia attitudine fisica a viaggiare a diversi piedi da terra – è ovviamente d’uopo pagare anticipatamente alcuni bollettini postali.

Questo è il motivo per cui alcuni giorni fa mi sono recata all’ufficio postale, ho preso il numerino e ho atteso diligentemente il mio turno, quando, tentando di pagare con il bancomat…

Impiegata: “Non ci posso credere. Non. Ci. Posso. Credere!”
La Strega: “Ahem, mi scusi, a cosa non può credere di preciso?”
Impiegata: “Il computer si è bloccato! Di nuovo! Non ci posso credere!”

Intuisco che la cosa si è già verificata in passato, il che non mi sorprende, e che nessuno è stato in grado di trovare il punto dolente del problema e risolverlo, causando grande sconcerto negli impiegati e – immagino – molte scocciature a chi vorrebbe evitare di passare la propria giornata alle Poste. La signora dello sportello mi sembra comunque un po’ troppo frustrata e soprattutto impaziente di sbloccare la situazione per poter tornare a lavorare. Inizialmente, non capisco perché, ma poi…

“Insomma, io non posso mica stare qui senza far nulla! Alle 11:00 ho la pausa caffè con le mie colleghe!”

Non finisco nemmeno di dirmi Ah, ecco!, che la geniale impiegata trova la soluzione al suo problema.

“Ecco che faccio! Io stacco la spina!”

Per un breve istante, penso che intenda prenotare una vacanza alle Hawaii o in Costa Rica, poi mi rendo drammaticamente conto che sta parlando della spina del computer. Sbianco, tento inutilmente di convincerla a non farlo. Le preannuncio conseguenze che nessuno vorrebbe si verificassero, le descrivo una catastrofe che ha toni palesemente apocalittici, ma lei rimane indifferente ai miei sforzi.
Anzi, si china agilmente sotto la scrivania e…

E stacca la spina.

Nell’intero ufficio postale si sente quel particolare rumore che associamo allo spegnimento di qualcosa di grandi dimensioni alimentato a elettricità. Qualcosa di molto grosso. Tipo l’intero sistema dei computer in uso nell’ufficio postale, i dispositivi POS, il totem dei numerini e i due display che li chiamano.
Tutto così, in un soffio.

Una morte dignitosa.

Annunci