Tag

,

Dite la verità, voi che mi state leggendo state facendo il ponte. Siete in vacanza, altroché, e vi godete queste ore di relax e assenza di gran, nevvero?

Ebbene, la qui scrivente Strega no.
La qui scrivente Strega ha eseguito due traduzioni, ieri, e stamattina si è recata ad asseverarle. Subito dopo ha incontrato il cliente per la consegna dei suoi documenti, un certificato de carichi pendenti e un estratto dal casellario giudiziale, dai quali risultavano alcune entrate.

Il cliente arriva puntuale, maledicendo il clima milanese (non ti piace Milano?! Ma io ti squarto vivo!), e scorre la traduzione dei suoi documenti. Punta il dito bluastro (la prossima volta, ragazzo mio, mettiti i guanti) sulla traduzione delle entrate a suo nome e chiede:

“E ‘ste robe cosa vogliono dire?”

Cercando d’ignorare il civilissimo e formalissimo linguaggio utilizzato dal baldo giovine che ho davanti, io gli mostro le stesse entrate in italiano, sul suo documento originale.

“Naturalmente, riportano in modo esatto e fedele le entrate presenti nel registr-”

“Ah, le ha riportate fedelmente.”

M’interrompe lui, facendo mostra di un’educazione esemplare unitamente a una delusione ben visibile.

“Sì, dottore, ovviamente ho dovuto riportarle, in quanto la mia traduzione giurata deve essere quanto più fedele possib-”

“No, no, capisco.”

Tira su col naso, non mi guarda. Cerca di dimostrarsi forte, povera stella, di non farmi intuire la delusione che gli permea i lineamenti del volto. Alla fine, però, non ce la fa e sgancia la bomba.

“No, è che speravo che Lei evitasse di elencarli [i carichi pendenti, NdB].”

 

…Una volta, la fedina penale la cancellava solo la polizia. Adesso ci si può rivolgere comodamente a una traduttrice iscritta all’Albo. o_O

Advertisements