Tag

, ,

No, non mi sono svegliata in ritardo per San Valentino, sto solo per riportarvi nel meraviglioso mondo dei miei pargoli di ieri e di oggi, con tutti gli strafalcioni che riguardano la chimica. Materia affascinante!
Come sempre, i miei commenti sono subito sotto le perle di saggezza, in corsivo.😉

Pargolo: “Quindi, l’hidrogeno… (pronuncia la parola con la h aspirata, come He in inglese)”
Io: “Pargolo, si dice ‘idrogeno’, non ‘hidrogeno'”.
Pargolo: “Ma se sulla tabella c’è la H!”
Logica stringente!

“Allora, se ho capito bene, due atomi s’incontrano e si legano, formando legami copulativi”
Ehm… Non hai capito bene.

“I legami valenti sono quelli tra elettrone ed elettrone, tipo che il simile attrae il simile, no?”
Sono commossa dalla citazione filosofica che hai inserito, ma no.

“Aspetta, ma lo zucchero si scioglie nell’acqua??”
Sono sicura che anche Fermi ha cominciato così. A due anni.

“Io ho capito tutto, ma cos’è questo C? Dove sono la A e la B? E’ un refuso del libro?”
No, è l’atomo di carbonio. Tutto aveva capito…

Pargola: “Allora riassumo: attenta, eh! Le molecole non sono tutte uguali e non hanno la stessa forma, che dipende dagli elettrodi…”
Io: “Elettroni.”
Pargola: “Sì, gli elettrodi!”
Io: “Elettroni.”
Pargola:”E io che ho detto? Elettrodi! Che, a seconda di dove si mettono…”
Ad esempio, a te li hanno messi in corrispondenza delle tempie.

“Queste forse si dicono forze di Van der Sar.”
Sì, è la stessa del cigno di Utrecht.

“Non posso fare la relazione sull’esperimento per domani, perché ho bisogno dell’acqua a temperatura ambiente e del Nacl… Cos’è il Nacl? L’ho chiesto alla mamma e ha detto che andava a vedere in colorificio.”
Ecco, signora, vada pure! Se non ce l’hanno lì, invece, dia un’occhiata in dispensa e un’altra al libro di suo figlio, che dice <<Quanto sale si può sciogliere in 250 ml di acqua?>>

“Ma come si chiamerà la forza di London a Londra? Non fanno confusione?”
Il ragazzo ha senso pratico. Sempre lui:
“Lewis, come i jeans!”
Massì, una “v”, una”w”… Che vuoi che sia? Parliamo della brillante deduzione che ne è seguita?
“Ecco perché i jeans sono così resistenti!”

Concludiamo in bellezza:

“Ma l’atomo non si può spaccare in due? Tipo, non l’hanno mai fatto in laboratorio?”