Che anno, ragazzi!
Tra un progetto e l’altro trovo davvero poco tempo per continuare la sfida di lettura, ma sono in pari, eh! L’ho completata per il 90%, mancano solo otto libri entro il 31 dicembre e poi… E poi ricomincio una nuova sfida a gennaio.😉

Intanto, parliamo delle letture di novembre. Il primo mese d’autunno è stato all’insegna dei grandi classici, con giusto quella punta di cupezza che il cambiamento climatico richiede.
Diamo un’occhiata.

“The Taming of The Shrew”, W. Shakespeare. Ovvero, La Bisbetica Domata. Perché un po’ di leggerezza targata Will ogni tanto ci vuole.😉
“The Night Manager”, J. L Carré. E’ il primo libro che leggo di questo autore e, nonostante il tempo eterno che ho impiegato a leggerlo, mi è piaciuto. Ho apprezzato soprattutto la dicotomia tra i due personaggi principali, Pine e Roper, entrambi molto interessanti (ma io, da brava Strega, tifavo per quel cattivone perfetto di Roper ^^).
“Richard III”, W. Shakespeare. Ho finito il progetto di ghostwriting per uno dei miei clienti. Avevo bisogno di un po’ di violenza catartica. Ok, tanta violenza.
“Manuale del Cattivo”, F. Dimitri. In prestito da un amico, si tratta di un volume molto carino e divertente, apprezzabile fino in fondo forse solo da chi è dotato di senso dell’ironia. Stupisce il realismo di alcune scene raccontate da Dimitri.
“Moby-Dick or The Whale”, H. Melville. La prima volta che leggo questo libro in lingua originale. Devo dire che in inglese le parole di Herman hanno un sapore diverso; la storia è sempre quella, cupa e affascinante, a cui si aggiunge la capacità di analisi dell’autore, che ha creato dei personaggi difficilmente imitabili.
“Il Signore della Guerra”, B. Cornwell. Il mio Bernie! Mi era mancata la sua capacità narrativa, soprattutto nelle scene di battaglia e combattimento, che sono senza dubbio le migliori che abbia mai letto.

E questo è quanto, signore e signori.
Al momento ho per le mani un libro di Lindsay Clarke, autore a me sconosciuto fino a pochi giorni fa, assieme ad un altro romanzo, che però è ancora sprovvisto di codice ISBN… Ma non si può mai dire.😉

Attendete la prossima puntata del Reading Challenge a fine dicembre, sempre ammesso e non concesso che io sopravviva alla Tre Giorni.