Tag

, ,

Mi manca veramente poco per sfiorare il compimento del 50% della mia sfida di lettura: tra pargoli, attività rambica e clienti vari non è mica poco!

Il maggio 2015 è stato un mese piuttosto impegnativo, in cui il tempo per cibarmi di libri è stato meno del previsto (che era già poco… Come dicevo qualche post fa, i clienti si svegliano sempre a maggio), ma mi sono comunque fatta valere, eh! Diamo un’occhiata ai libri letti.

“The Tempest”, W. Shakespeare. Riletto in preparazione allo spettacolo del Teatro Elfo, di cui ho parlato qui. E’ una delle commedie di Will che mi disturbano di meno, probabilmente perché è una delle commedie meno commedie.
“La congiura di Cortes”, M. Asensi. E con questo libro, ho concluso la trilogia della Asensi. E’ stata una lettura un po’ noiosa, devo essere sincera.
“Trigger Warning”, N. Gaiman. Perché io ho amici che mi passano libri splendidi e appena usciti.🙂 E’ la raccolta di racconti di Gaiman che mi è piaciuta di più e che ho apprezzato anche più dei romanzi degli stessi autori. Se potete, quindi, non aspettate l’uscita della versione italiana e recuperate subito una copia di Trigger Warning.
“Tutti i russi amano le betulle2, O. Grjasnowa. Un romanzo curioso, senza dubbio affascinante, anche se nella sua seconda metà la narrazione rallenta un poco.
“Il gatto venuto dal cielo” T. Hiraide. Un racconto molto delicato, di cui comprendo il successo anche se non condivido l’entusiasmo che la sua uscita ha suscitato. Per amanti delle storie sugli animali.

E dunque, adesso toccherà prepararsi per le letture di giugno. Un sporco lavoro, lo so.😉