Tag

, ,

Dunque, eccoci al rendiconto dei libri letti per il Goodreads Reading Challenge nel mese di agosto.
Come vi anticipavo, sono un po’ pochini rispetto alla mia media consueta, ma i bagni, le ore in spiaggia e i giri per Londra mi hanno, ahimè, sottratto del tempo prezioso.😉 Recupererò a settembre, ne sono sicura.

Tornando a noi…

“Redemption”, R.K. Ryals. Della serie, Comprendi i Tuoi Pargoli. Non ce l’ho fatta, scusatemi, l’ho trovata una lettura banale e piuttosto noiosa.
“Il Serpente di Venezia”, C. Moore. Citando un estratto dalla mia recensione su Goodreads: “É incredibile come Moore riesca a infondere nelle sue opere -che vogliono prevalentemente scherzare con il lettore- qualche piccola perla di saggezza, qualche osservazione tagliente come le lame di Pocket, che forse in pochi colgono, ma che comunque aggiungono valore ad un lavoro giá di per sé pregevole.” Un libro meraviglioso, lo consiglierei a chiunque.
“A Dirty Job”, C. Moore. Perché quando leggi uno dei libri di questo autore, non vorresti più smettere. ^^ Non è ai livelli di Fool, o del Serpente di Venezia (meno che mai di Lamb!), ma è comunque una lettura estremamente piacevole, che offre qualche spunto di riflessione tra una risata e l’altra, come di consueto per il caro Chris. 
“Divergent”, V. Roth. Comprendi i Tuoi Pargoli – la vendetta. Non è poi malaccio, eh! La trama è sicuramente sviluppata in modo un po’ semplicistico, banale forse, ma il libro in sé si legge bene. L’ho trovato anche di poco migliore, se vogliamo fare un paragone pregnante, a Hunger Games.
“Il Bambino col Pigiama a Righe”, J. Boyne. Una delicata martellata sui denti. Intendiamoci, il libro è veramente bello, scritto meravigliosamente, in modo scorrevole e con l’attenzione giusta per i dettagli, ma il tema trattato e il finale sono molto, molto pesanti. Quello che mi ha colpito maggiormente è l’inquietudine che le parole del libro, il cui narratore è un bambino di nove anni, e il tono ispirano fin dalle prime pagine. Senza dubbio da leggere.

Ecco, quattro libri. Ve lo dicevo, io, che in agosto avevo rallentato un po’ il passo.
Al momento ho in lettura “Insurgent”, secondo capitolo della saga di Divergent (Comprendi i Tuoi Pargoli 3 – La Speranza), che trovo enormemente tedioso, nell’attesa di avere il tempo necessario per recarmi in biblioteca a recuperare qualche agile volumetto per passare le mie serate. Ammesso che ne abbia qualcuna libera, intendo. 

Voi non cambiate canale, eh!😉