Tag

, , ,

Io adoro le verdure. In pratica, se mi invitate a cena e volete farmi felice, un vasto assortimento di contorni sfiziosi risolve la faccenda (ammesso e non concesso che vi ricordiate di non spolverizzarli con del glutinoso pangrattato e cose simili. In questo caso si risolverebbe un altro tipo di faccenda ^^).
La mia passione per ortaggi di vario tipo forse non si nota molto dai paciughi che posto, tranne forse per quei due o tre articoli concernenti un certo ortaggio arancione, che sta tornando di stagione giusto in questo periodo😄, perchè, dato il problema celiachia e il mio sdegno per praticamente qualsiasi prodotto da forno confezionato, gran parte delle mie energie paciugatorie sono rivolte a cosa farmi trovare in tavola la mattina a colazione. Da ciò deriva la spropositata quantità di dolci presenti nel mio ricettario a fronte del posto dedicato a verdure e simili.
Diciamoci anche che gran parte delle ricette che coinvolgono le verdure sono di una semplicità estrema, roba che anche uno dei miei pargoli sarebbe in grado di replicarle, e quindi scriverle non ha molto senso, no?

Ma oggi sono pronta a lasciare da parte ogni paciugo adatto alla colazione, a lasciar respirare il mio e il vostro colesterolo, e parlarvi di un contorno davvero ottimo, che vede come protagonisti assoluti i peperoni friggitelli.
Trattasi di piccoli peperoni verdi dalla forma allungata, particolarmente dolci e, per le loro misure, adatti ad essere fritti interi e consumati con una spolveratina di sale sopra (sono assolutamente deliziosi anche così: provare per credere!). La loro stagione e proprio questa (sta in realtà per finire: affrettatevi!) e dunque li troverete piuttosto facilmente in qualsiasi banco frutta la mercato e anche durante il vostro equivalente della Missione Esselunga.

Per la ricetta che vado ad illustrarvi, procuratevene circa 400 g (è una dose sufficiente per quattro persone che mangiano la verdura in porzioni moderate, ma se i vostri commensali sono come me e la mia famiglia, raddoppiate le dosi o vi troverete a combattere con Rambo per l’ultima forchettata. Ve lo dico per esperienza, voi non volete combattere con Rambo). Nel caso non trovaste i friggitelli, esistono anche dei peperoni verdi a corno, un po’ più grandi, che sono comunque ottimi. Dovrete solo farli in pezzetti più piccoli.😉

Ingredienti:

400 g friggitelli;
3, 4 patate medie;
3 spicchi d’aglio;
olio;
sale;
pepe.

Armati del vostro fido grembiule, lavate bene le patate (ma non sbucciatele) e mettetele in acqua bollente. Lasciatele cuocere per una ventina di minuti, affinchè si ammorbidiscano. Fatto questo, toglietele dall’acqua e, facendo attenzione a non ustionarvi le manine, pelatele e tagliatele a spicchietti. Lavate i peperoni, privateli del picciolo o dei semi e tagliateli in pezzetti grandi più o meno come le patate (se avete i friggitelli, vi basterà tagliarli a metà per il lungo).
Piazzate le verdure in una ciotola, unite gli spicchi d’aglio pelati e magari tagliati in due e condite con sale, olio e pepe. Date una bella rimestata, fischiettando un motivetto allegro, poi trasferite il tutto in una teglia e cuocete in forno a 200°C per 40 minuti.

Il vostro contorno paciugoso e gustosissimo (nonchè sano: non avete fritto nulla e, se siete stati moderati con l’olio, le verdure non saranno nemmeno unte) è pronto. Per fare diventare il tutto più croccante potete aggiungere un 5 minuti di grill.

Arrivati a questo punto, potreste fermarvi. Potreste servire in tavola il risultato dei vostro sforzi paciugatori e godervi il piacevole suono delle ganasce dei vostri commensali. E’ un ottimo piatto da presentare la domenica a pranzo, magari dopo che ci si è già semi-riempiti lo stomaco con il risotto, oppure per accompagnare una bella fetta di carne… insomma, fate voi.
Se invece voleste trasformare i vostri friggitelli al forno in un piatto unico, potete aggiungere del formaggio tipo quartirolo, oppure della feta. Tagliatelo a cubettini e aggiungetelo alle verdure prima dei 5 minuti di grill: un pranzetto assolutamente delizioso e non a caso uno dei miei preferiti.

 

CAM00174
Guardatelo, non si presenta bene? Non vi fa venire voglia di salutare gioiosamente l’arrivo dell’autunno?

Ora, io non credo di avere molti lettori metereopatici, ma nel caso mi sbagliassi… non c’è ragione di augurarmi di beccare un acquazzone autunnale per le strade di Milano, senza ombrello e sull’orlo del marciapiede, soggetta a tutte le ondate che si solleveranno dalle ruote delle auto di passaggio. Fatevi un piatto di friggitelli e ritrovate il sorriso.🙂