Tag

, ,

Pan de’ Mejin, o Meino, un tipico dolce milanese e, più in generale, lombardo, collegato al periodo di Ognissanti… In realtà lo si vede per quasi tutto l’inverno nelle panetterie più tradizionali. ^^
Si tratta di un biscottone rotondo, giallo, con un po’ di zucchero a velo sopra. Il colore solare è dato dall’utilizzo della farina di mais, mentre il nome deriva dal miglio, ingrediente con cui questi dolcetti venivano precedentemente prodotti.

Che dite, proviamo a paciugarlo? 😉

 

Ingredienti:

150g burro fuso tiepido;
200g farina bianca;
300g farina di mais finissima (aka, fioretto);
150g zucchero;
3         uova;
1         bustina di lievito;
vaniglia: estratto, i semi di mezza bacca… quello che volete;
sale.

 

Cominciamo come al solito, prendendo tutto il tempo necessario per pesare bene gli ingredienti, per metterci

il grembiule, per rilassarci… Quando siamo immersi nell’atmosfera del paciugo, possiamo cominciare a sbattere le uova con lo zucchero, finchè raggiungono una consistenza cremosa.

A questo punto, aggiungiamo il burro e mescoliamo finchè tutti gli ingredienti liquidi non si sono ben amalgamati. In ultimo, amalgamiamo anche il sale e la vaniglia.

A parte, mescoliamo gli ingredienti secchi: le due farine e la bustina di lievito.
Aggiungiamoli a poco a poco al composto liquido, mescolando bene con l’aiuto di un cucchiaio. In genere, non occorre setacciare la farina di mais; se il tempo è particolarmente umido, però, potete considerare di farlo per essere sicuri che non si formino grumi. Prevenire è meglio che curare, no? ^^
L’impasto che ottenuto dal nostro paciugo sarà profumatissimo, piuttosto morbido, ma non appiccicoso.

Prendiamo circa 50g di impasto (voi non fate come me, non occorre pesarlo per amor di precisione. Se invece lo trovate necessario, potete considerare l’idea di non essere del tutto normali. Pazienza, i vostri cari vi vorranno bene lo stesso :P), formiamo una palla e posiamola su una teglia, precedentemente coperta con della carta da forno. Schiacciamo un po’ la pallina di impasto.

Prima di infornare il nostro paciugo, distribuiamo sulla superficie di ogni futuro biscotto un po’ di zucchero semolato e un po’ di zucchero a velo, perchè si formi un’invitante crosticina…

Cuociamo in forno a 180°C per circa 17 minuti, aspettiamo che il risultato del nostro sforzo paciugoso si raffreddi e… Milan l’è un gran Milan!

Il Meino è ottimo a colazione con il caffè, ma anche a merenda, come dessert dopo il pranzo della domenica… Lo apprezzerete in qualsiasi momento della giornata, ne sono sicura.^^
Potete conservare i dolcetti fino a 5 giorni in un contenitore tipo tapperware a temperatura ambiente, oppure potete surgelarli uno ad uno: basterà tirarli fuori la sera per avere una profumatissima colazione! ^^

 

Annunci