Tag

, ,

Lo so.
Lo so che il Mese della Zucca non è ancora finito, ma come potevo non postare questa meravigliosa ricetta?

Andiamo, è tradizione dalle mie parti!
E poi, si accorda meravigliosamente con Samhain, Halloween o Hallowe’en, comunque voi vogliate chiamarlo o scriverlo!

Il pan dei morti è un dolce tipico del nord Italia, che principalmente contiene cioccolato, spezie, pinoli, mandorle e uvetta. Ci sono anche delle varianti con i fichi secchi e altra frutta essiccata, ma sono decisamente più rare. Presumo si chiami così perchè è un dolce che si sforna nel periodo di Ognissanti/Morti.
A Milano potete trovarlo anche come “osso dei morti”, ma ho recentemente scoperto che tale nome si riferisce in realtà ad un’altra ricetta, di origine siciliana, e del tutto diversa… Non si finisce mai di imparare.

Dunque, cosa vi serve per paciugare oggi?

125g savoiardi ridotti in polvere;
75g   farina;
75g   zucchero;
75g   uvetta fatta rinvenire in un po’ di acqua tiepida;
40g  mandorle tritate;
25g  pinoli;
15g  cacao amaro;
1       albume;
1/2 bustina di lievito;
1 spruzzo di cannella;
vino bianco

Passiamo alla preparazione.

Non finirò mai di dirlo, il paciugo ha una sua magia. E non vorrete mica fare le cose male proprio in prossimità della Notte delle Streghe, vero? ^^
Quindi, rilassatevi, concentratevi. Prendetevi tutto il tempo necessario per preparare gli ingredienti; tritate le mandorle con la mezzaluna, che non c’è nessuna fretta. Scegliete una marmitta capiente e il vostro grembiule migliore.
…E poi, si parte.

Nella marmitta, mescolate bene tutti gli ingredienti secchi: la polvere di savoiardi, la farina con il lievito, lo zucchero, il cacao, la cannella e la frutta secca (sì, anche le uvette strizzate).

Aiutandovi con un cucchiaio, assicuratevi anche che non siano rimasti dei pezzi di savoiardi interi.

Fatto ciò, aggiungete l’albume e mescolate (sempre con il cucchiaio) finchè non si è assorbito completamente. 
A questo punto, versate un po’ di vino bianco alla volta, mescolando finchè l’impasto non lo assorbe tutto. La quantità di vino di cui avrete bisogno può variare a seconda dei casi, state attenti, quindi, quando lo versate nella marmitta, o dovrete buttare via il vostro paciugo.
Capirete che l’impasto ha raggiunto la consistenza desiderata quando vi sarà possibile formarvi una specie di palla con le mani, come quella qui a destra.

Ora che avete ottenuto questo profumatissimo impasto, ricoprite una teglia con della carta da forno.Prendete una cucchiaiata di impasto (non lesinate!) e con le mani datele una forma allungata; posizionatela sulla teglia e schiacciatela finchè non sarà dello spessore di circa un centimetro.

Proseguite fino alla fine dell’impasto, avendo cura di distanziare i dolcetti sulla teglia.

Cuocete in forno a 180°C per 15/20 minuti. Il pan dei morti dovrebbe conservare una certa morbidezza anche da cotto, non vogliamo che venga troppo biscottato. ^^

Una volta freddi, spolverate i dolcetti con dello zucchero a velo, e consumate quando più vi piace (…con il caffè a colazione non sono niente male!).

 

Piccola nota per la conservazione: io li tengo in un contenitore con coperchio in frigo, e li tiro fuori una decina di minuti prima di mangiarli, così che tornino morbidi. In questo modo, il pan dei morti resiste fino ad una settimana.