Tag

,

Ieri sera, subito dopo un’estenuante lezione di ripetizioni sulle Olimpiadi di Berlino nel 1936 (Voi non avete idea…) sono andata a vedere l’ultimo remake hollywoodiano di un musical, ovvero “Rock of Ages”.

Premetto che avevo più di un dubbio riguardo alla serata, e non solo per il tipo di pellicola per cui pagavo il biglietto. ^^
Eppure devo ammettere di aver passato una serata decisamente piacevole, conclusasi con un bel gelato e una passeggiata per Corso Buenos Aires, che fa sempre piacere.

Ma torniamo al film.
Per quanto lo ritenessi una colossale boiata, mi sono sorpresa a trovarlo divertente, leggero e per nulla esagerato.
Lo spirito e le atmosfere degli anni ’80 sono indubbiamente padroni della scena, sia nelle inquadrature vecchio stampo che nelle scenografie e nei costumi (adorabili!).

Il cast è ben costruito, dai nomi famosi (Alec Baldwin e Catherine Zeta-Jones sono perfetti nel ruolo e decisamente più spigliati degli attoruncoli più giovani) a quelli che ancora cercano le luci della ribalta.

Però, diciamolo, la fortuna di questo film è un’altra.
E cioè lui, il nostro Tom. O Maverick, o Ethan Hunt o quello che vi pare.
Perchè il signor Cruise è veramente fantastico nel suo ruolo, signore e signori. Non solo è in una forma più che dignitosa per i suoi 50 anni d’età, ma si è messo in gioco in un ruolo che francamente nessun essere umano sano di mente avrebbe mai pensato di assegnare a lui, fan numero 1 di Scientology.
E invece Tom è, lo ripeto, assolutamente perfetto, capace di reggere il suo ruolo anche sul palco (notevolmente bene!) e di un’autoironia di cui non lo ritenevo in possesso.

Non che fosse, credo, particolarmente difficile eclissare i due effettivi protagonisti della vicenda, due giovani ugole pressochè sconosciute e parecchio insipide, ma proprio per questo perfette nel loro ruolo. La star è Stacy Jaxx/ Tom Cruise fin dall’inizio, anche quando non è nella scena.

Una pellicola, quindi, che merita la visione, anche per chi non apprezza Tom Cruise. L’unica sua pecca a mio parere sta nel finale un po’ troppo buonista, che forse si sarebbe potuto evitare.
Non tanto perchè buonista, appunto, ma perchè è il classico finale da commediola… Maverick si meritava di meglio!