Tag

,

Tra la nuova insegnante di Yoga della palestra (reggerà la pressione? Riuscirà a cominciare il corso? Un sacco di domande stressanti, no? ^^) e l’esperimento cioccolatini ripieni (riuscito incredibilmente senza ustioni gravi ai miei polpastrelli!), ho trovato il tempo di visionare “Millennium – Uomini che odiano le donne”.

Dopo cotale incipit, mi piacerebbe involarmi in una lode sperticata sul film, o anche in una critica spietata e appassionata, ma… Ma la verità, signore e signori, è che questa pellicola mi ha lasciato completamente indifferente, tanto che confesso di trovare piuttosto difficile la stesura di questo post.

Generalmente considero Daniel Craig un buon attore, ma qui decisamente non è apparso al meglio della sua forma; come intuibile dal titolo del post, sembrava più che altro che James Bond avesse deciso di prendersi un bel periodo di ferie, abbia salutato M e si sia imbarcato sul primo volo per la Svezia.
Rooney Mara, interprete di Lisbeth, ha tutto il mio rispetto per come si è lasciata conciare dai truccatori e dai costumisti, ma c’era qualcosa nella sua interpretazione che proprio non andava. Mi piacerebbe sapere cosa, ma come dicono gli inglesi, I can’t put my finger on it.

Le scene crude abbondano, com’è giusto data la trama del libro e conseguentemente del film, ma non creano l’atmosfera giusta… Lo spettatore è portato più a un’annoiata indifferenza che a una anche minima partecipazione, e non credo che fosse questa l’intenzione del regista. ^^ Di solito presto attenzione alla colonna sonora, ma in questo caso non posso dire di ricordarmela. Non perchè fosse orrenda -altrimenti sì che ne avrei memoria! -, ma perchè era proprio anonima.

Ecco l’aggettivo giusto per Millennium: anonimo. Nè carne nè pesce.

…Sono sicura che questo non sia bene per un film. 😛