Tag

,

…Ma d’altronde i giorni di festa hanno il potere di annientare qualsiasi vitalità nelle esistenze di chi ha famiglia numerosa e terronica, come nel mio caso.
Quindi oggi pomeriggio si è fatto ciò che si fa tutti i pomeriggi nel giorno dell’Epifania, da tempo immemorabile. Si è andati al cinema. In famiglia.

 La fortunata pellicola scelta per l’occasione è quella a cui appartiene la locandina qui a fianco. Ebbene, sì, signore e signori, un film adatto a tutte le età, a tutte le famiglie, perfetto per l’Epifania.

Ora, dopo aver amato il primo “Sherlock Holmes”, non potevo certo esimermi da avere direi grandi aspettative riguardo al secondo, giusto? Potevo io non sorridere alla prospettiva di un pomeriggio in compagnia del più grande detective di tutti i tempi, anche se condannata a condividerla con la famigghia??
Ebbene, mi spiace dire che tali aspettative non sono state del tutto soddisfatte.
Oh, intendiamoci. Robert Downey Jr. ci regala un’interpretazione meravigliosa, come al solito, e il collega Jude Law non se la cava male, anzi è un’ottima spalla.
Ma contrariamente a quanto mi aspettavo, la vicenda langue, c’è poca azione nella prima parte del film, e la trama non è avvincente quanto quella del primo film. Le gag di Sherlock e Watson strappano qualche risata, e anche le situazioni improbabili in cui troviamo l’amato protagonista e il suo compare, ma è cristallino che siamo lontani anni luce dall’effetto esilarante che ha avuto -e ancora ha -il primo “Sherlock Holmes” sulla sottoscritta.
L’attore che interpreta il professor Moriarty è indubbiamente nella parte, ma per qualche ragione che non sono riuscita ancora a identificare, non mi convince appieno. E se il cattivo di una storia non ti convince non è un buon segno.

Pera carità, non fatevi spaventare dalle mie critiche, il film è assolutamente godibile e merita la visione; è che io sono di alte pretese, ecco. ^^