Nessuna Nuova, Buona Nuova

Pardon, sono nuovamente sparita dalla circolazione.
Ma si sa, una Strega impegnata non può mica stare a bloggare tutto il giorno (non dopo che ha scoperto Pinterest, almeno.)

Non c’è un molto di interessante da raccontare, in fondo.
Rambo è in partenza alla volta di un’improbabile località nella quale sono richieste la sua presenza e le sue doti organizzative, quindi laggiù sono tutti spacciati. Cose che capitano; e poi, è un paese che ne ha già viste tante, si riprenderà.

La scorsa settimana ho avuto il piacere di visitare la splendida “Rodin – Il marmo e la vita” in quel di Palazzo Reale. Chi è di Milano o c’è soltanto di passaggio può ben pensare di investire un’ora del suo tempo per ammirare le sculture in mostra e, una volta tanto, anche l’ottima organizzazione dell’esibizione. Tra l’altro, oggi è stato acceso l’albero di Natale della Città della Madunina, vorrete mica perdervelo?

Da giorni nelle fermate della metropolitana vengono diffuse le arie de La Traviata, che aprirà la stagione della Scala a Sant’Ambroes! Metà (abbandonando ogni tentazione ottimista, dico anche molto di più) dei passanti le ha probabilmente scambiate per qualche molesto (sic!) rumore di sottofondo, o per qualche malaugurata (ri-sic!) scelta di qualche artista di strada, e invece no! Invece no, signori, si tratta solo di un piccolo assaggino che il signor Pisapia ha voluto concedere al popolo milanese… e non. Vagli a dire che non se n’è accorto quasi nessuno.

Il Socio sembra sentire l’aria natalizia, quindi è tornato a indossare i panni del Grinch. Chi di verde si veste di sua beltà si fida, diceva Dante. A volte la fiducia è mal riposta.

In programmazione per un futuro ancora da definire c’è una visita al Raffaello esposto a Palazzo Marino e alla mostra Brain al Museo della Scienza Naturale. La mia fame di cultura deve essere saziata ancor prima di quella di cibo!

Ciò che è certo è che fra meno di due giorni partirà la Missione Decorazione Natalizia, in cui la sottoscritta cercherà di fare l’albero natalizio del Covo (con la generosa e preziosissima partecipazione di Spider, possibilmente senza dover riparare la punta dell’albero con la pasta per dentiere. Ancora.) e del presepe. Il tutto sperando che il gatto non decida di rapire uno dei re Magi.
Subito dopo, live-tweeting dal salotto stregonesco per l’apertura della Scala, con conseguente post (prometto, migliore e più utile di questo) scritto il giorno dopo.

Quindi rilassatevi, gente! Sono ancora viva e penso di rimanerci quantomeno fino alla mattinata dell’otto dicembre. Poi ci saranno le primarie del Pd e vedremo. ^^
A prestissimo!!

 

P.S. Pensate che dovrei far presente a Pisapia e a ATM che, tutto considerato, la Cavalcata delle Valchirie sarebbe una colonna sonora più pregnante per la metropolitana milanese?

About these ads

18 pensieri su “Nessuna Nuova, Buona Nuova

  1. Ecco, la missione “decorazione natalizia” mi spaventa molto, di solito l’albero rimane storto e una volta che sarò riuscito a sciogliere il groviglio delle lucine le metterò ordinatamente sul (finto) abete, inserirò la spina e ovviamente….buio totale. Prevedo parole pesanti a catinelle.

  2. mhm… non uso praticamente mai la metropolitana e non addobbo casa, nè faccio l’albero, nè il presepe. mi piace essere snob e originale anche a Natale…

    in compenso, se ti interessa, sono stata a vedere brain, la mostra sul cervello (potevo perdermela?), verso fine ottobre e sarò curiosa di un tuo eventuale commento, perchè io e i miei amici ci siamo trovati discordi.

      • Ma cosa vuoi non sopravvivere! Circondata da calore e affetto!

        Nota di colore: non sono stata in metropolitana, ma ho dovuto chiamare il comune di milano. Se vuoi ascoltarti lo stesso pezzo della traviata per almeno una trentina di volte ti invito a fare la stessa cosa. Purtroppo nessuno ha consigliato al sindaco di lasciare l’opera intera, credo avrei fatto in tempo a godermela tutta.

        Non so se l’effetto sperato sia stato raggiunto, non so se i milanesi siano più sensibili musicalmente parlando, di certo io sono rimasta delusa dalla voce dell’operatore dopo l’attesa… quasi quasi riattaccavo e mi rifacevo la coda…

  3. Quante belle cose! Ci sono code infinite da fare per Rodin e Raffaello? Forse riuscirò a fare una puntata a Milano il prossimo week end, e così chiedo informazioni a un’agente a L’havana sempre sul pezzo! ;-)

    • XD
      E’ possibile prenotare prima i biglietti per Rodin, ma non per Raffaello (che è gratis, un po’ di coda è fisiologica ^^).
      Ma se si scelgono gli orari giusti (rigorosamente di mattina, meglio il sabato) dovresti riuscire a visitare tutto senza invecchiare nell’attesa. ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...